Addestramento di Vasco

addestramento pincher roma

Vasco

Il cane

addestramento pincher roma

  • Pincher
  • 2 anni
  • maschio
Il lavoro

addestramento pincher roma

In casa, un piccolo demonio. Fuori, un cane da slitta!
Mancanza totale di regole di base. Il piccolo Vasco faceva letteralmente quello che voleva. Quindi una volta impostata una corretta educazione da adottare in casa, Vasco ha iniziato a sentirsi più sicuro. Sul campo, nonostante un pò di indocilità e una serie di comportamenti acquisiti dovuti ad una interazione sbagliata con i componenti della famiglia, Vasco ha iniziato gradualmente a fare riferimento sulla conduttrice fino a riconoscerla come femmina alfa.
Oggi averlo in casa è un vero piacere! Come dice Francesca (la sua conduttrice).

addestramento pincher roma

Addestrare un pinscher è fondamentale per inserirlo adeguatamente nel proprio contesto familiare e nella società. Questo perché, contrariamente agli umani, i cani non hanno la capacità di comprendere quali sono i comportamenti giusti e quali quelli sbagliati. Non a caso, il loro comportamento è meramente frutto dell’istinto e della conservazione della specie.
Possedere un cane non vuol dire solo dargli tanto affetto e portarlo a spasso, ma implica anche prendersi cura della sua educazione. Questo non deve essere interpretato come un modo per “mettere in riga” l’animale, ma semplicemente come un metodo per stabilire un rapporto ancora più stretto tra padrone e cane, insegnandogli alcune regole per vivere meglio insieme.
L’addestramento del cane non è un’attività complessa, basta stabilire un buon rapporto con il proprio amico quadrupede e spiegargli ciò che vogliamo ottenere con comandi semplici che può ricordare. Il trucco, in ogni caso, è quello di prendere il proprio cane “per la gola”, dandogli un piccolo premio da sgranocchiare ogni qual volta esegue correttamente un comando.
Naturalmente però, l’addestramento non può essere uguale per tutti i cani, ma ci sono alcune cose che cambiano da una specie all’altra. Dunque per addestrare correttamente il proprio quadrupede, è consigliato conoscere qualcosa in più sulla sua razza. Lo stesso vale di conseguenza per i Pinscher.
Un cane libero e non addestrato ha già degli atteggiamenti che ne facilitano l’educazione, poiché, dentro lui vi è già la predisposizione a sdraiarsi, sedersi, non abbaiare, evitare di mordere, etc.
Durante l’addestramento del pinscher dunque, non si dovrà far altro che insegnargli quando attuare questi comportamenti. L’ambiente familiare è il contesto migliore in cui addestrare il pinscher, dato che la convivenza rende necessario il rispetto di determinate regole.
I principali comandi da insegnare al Pinscher sono: Seduto, Terra e l’Andatura al guinzaglio. Prima di passare ad attività più complesse, è meglio aspettare che il cane abbia imparato questi fondamentali comandi di base.